Caso Signor Ginevra F.

“ho subito un intervento su una parte del corpo diversa da quella per la quale mi era stato diagnosticato l’intervento” spiega G.F.. Le misure di sicurezza prevedono che il chirurgo e chiunque sia presente in sala operatoria sia ben consapevole della parte del corpo sulla quale eseguire l’intervento. Ciò nonostante, vengono denunciati ogni anno numerosi interventi sulla parte del corpo sbagliata che comportano paziente lesioni gravi, e di conseguenza dolori non necessari e una difficile riabilitazione fisica. I nostri avvocati hanno notevole esperienza nel rappresentare individui e famiglie che abbiano subito lesioni e perdite finanziarie per via di interventi chirurgici errati fra i quali: chirurgia su parte del corpo sbagliata; incisione errata, incisioni e tagli non intenzionali; diagnosi errata risultante in interventi non necessari.

Leggi anche:

Sul punto la Corte di Cassazione, anche con la recente sentenza n. 11637 del 26.5.2014, ha stabilito che la colpevolezza del medico…
Un intervento sempre più frequentemente eseguito è quello di installazione di protesi all’anca. Spesso a causa di usura eccessiva dovuta…