Caso Signora Barbara R.

Un camionista di 56 anni, dopo un routinario intervento di bypass, fu soggetto ad una seria emorragia celebrale, che si scoprì essere stata causata da alcuni farmaci non idonei post-operatori. Ciò provocò danni permanenti alla sfera della comprensione e produzione verbale, alla motricità e al pensiero. Fu ottenuto un risarcimento di 615.604,91, data la grave e persistente inabilità del paziente, bisognoso di assistenza costante e continua.

Leggi anche:

Sul punto la Corte di Cassazione, anche con la recente sentenza n. 11637 del 26.5.2014, ha stabilito che la colpevolezza del medico…
Un intervento sempre più frequentemente eseguito è quello di installazione di protesi all’anca. Spesso a causa di usura eccessiva dovuta…